Si è concluso la prima edizione del Festival Internazionale Danza e Coreografia

November 8, 2017

 

GROSSETO – “Uno spettacolo unico ed emozionante”: è questo il commento unanime degli spettatori al termine del Gran Galà internazionale della Danza che si è svolto al Teatro Moderno, a conclusione e coronamento della prima edizione del Festival Internazionale Danza e Coreografia “Città di Grosseto”.

Calorosi ringraziamenti sono andati ai direttori artistici Domenico Saracino e Steve La Chance ed agli organizzatori. L’evento è il frutto della collaborazione tra Ascom Confcommercio Grosseto, Pro Loco di Grosseto, Comune di Grosseto, Teatri di Grosseto, Ccn Centro storico Grosseto, Polo Bianciardi e Banca Tema.

Sul palco si sono esibite delle vere stelle del panorama della danza, artisti internazionali che hanno saputo incantare il pubblico, come Melanie Andre e Thibaut Nury della Delattre Dance Company o l’international dancer Nina Plantefeve-Castryck, e poi ancora Jennifer Lavinia Rosati, Gianmarco Martini Zani della Compagnia Opus Ballet, la virtuale esibizione di Roberto Tedesco della Fondazione Aterballetto, il gruppo Bounce Factory Team di Simone Ginanneschi ed il gruppo del corso professionale di La Chance Ballet.

Inoltre sono tornati a dimostrare la loro bravura, sia a livello di ballo che di coreografia, tutti i vincitori del concorso abbinato al Festival. L’evento è stato presentato da Carlo Sestini.

Una pioggia di applausi ha accolto la madrina d’eccezione, la straordinaria Luciana Savignano. “Ho visto un bello spettacolo – ha detto la grande étoile – ho visto la voglia di esserci, di danzare, di emergere. Ed alcuni solisti mi hanno colpito per il loro modo di stare in scena. E’ bello scoprire ogni volta che la danza è un’arte così partecipata”. Si sono conclusi così tre giorni intensi, interamente dedicati alla danza.

“La fatica di queste settimane è stata ripagata dalla grande soddisfazione di poter realizzare un sogno – ha commentato il direttore artistico Domenico Saracino – il mio ringraziamento va a tutti coloro che hanno creduto in questo ambizioso progetto”.

“Siamo orgogliosi di aver ospitato dei danzatori di grande livello nella nostra città. Un evento di spessore per la Maremma – spiega Carla Palmieri, presidente di Confcommercio Grosseto – Confidiamo che questo Festival possa continuare negli anni e crescere, sostenuto dalle istituzioni”.

Allo scopo di far conoscere il territorio, l’Ascom ha organizzato delle visite guidate gratuite, curate dal gruppo di ConfGuide, dedicate alle famiglie dei ragazzi che sono arrivati a Grosseto per partecipare agli stage o al concorso.

Inoltre, presso il Teatro Moderno, la Pro Loco di Grosseto ha curato un punto informativo. Sempre la Pro Loco ha contribuito fattivamente all’organizzazione.

“Questo evento dedicato all’arte della danza è stato sicuramente un’opportunità per promuovere il nostro territorio – ha ribadito Umberto Carini, presidente della Pro Loco di Grosseto – Crediamo che la qualità dell’accoglienza sia determinante per lo sviluppo del settore turistico”.

“La danza è una disciplina che richiede dedizione, sacrificio e tanta passione – ha spiegato il vicesindaco Luca Agresti, assessore alla Cultura –, tutti valori importanti da trasmettere soprattutto ai più giovani. Questo progetto investe sul talento dei nostri ballerini, dà loro la possibilità di esprimersi e confrontarsi con i professionisti del settore. Il Comune di Grosseto supporterà sempre iniziative di valore che si impegnano su questi temi”.

Non sono mancati attimi di commozione, quando, nel Teatro grossetano, prima delle immagini e poi un’emozionante canzone, scritta e cantata da Giulia Saracino, sono state dedicate al ricordo di Francesca Cerati, la danzatrice scomparsa nel marzo scorso. La platea si è stretta intorno alla famiglia di Francesca e agli amministratori del suo comune, Casalmaggiore, con un lungo e caloroso applauso.

Importanti anche gli altri ospiti della serata: Piero Martelletta, primo ballerino dell’Opera di Roma e Maitre Concorso Internazionale Spoleto, Maria Grazia Garofoli, già Etoile del Tetro la Fenice di Venezia e Direttore del Ballo Arena di Verona, Stephen Delattre, Direttore Artistico e Coreografo Delattre Dance Company, Monica Casadei, Direttore Artistico e Coreografia, Compagnia Artemis Danza, oltre, naturalmente, a Steve La Chance. Poi ancora, Antonio Desiderio, Artist Management, Gilda Laudisa, giornalista blogger. Riconoscimenti sono andati alla giuria e al corpo docente: Laura Comi, Mario Piazza, Rosanna Brocanello, Gerardo Porcelluzzi, Simone Ginanneschi, Francesca Romana Di Maio, Giacomo Milli e Giorgia La Chance.

Gli artisti hanno dimostrato apprezzamento nei confronti dell’organizzazione, della bella città che li ha accolti, ed anche dello spazio che li ha ospitati, ovvero il Teatro Moderno, una delle strutture più importanti, con i suoi mille posti a sedere, ed organizzate della regione.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Featured Posts

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Recent Posts
Please reload

Archive
Please reload

Search By Tags

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2023 by ROGER FORBES. Proudly created with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now